Chiodo fisso: la Costituzione

Chiodo Fisso è uno spazio che offre nella sua brevità la tensione narrativa di un racconto. Ogni mese "chiodo fisso" batte su un tema. Ogni giorno torna sullo stesso tema, ma nella chiave sempre diversa del protagonista di quella singola puntata.

Per tutto il mese di Giugno la trasmissione Chiodo Fisso di Radio3 batterà sulla Costituzione Italiana, dal lunedì al venerdì ore 10:50,  il podcast è sempre a disposizione come comoda alternativa, la prima puntata è una registrazione di Piero Calamandrei del 26 gennaio 1955.

L'ANPI sta raccogliendo le firme per l'appello "SONO ITALIANO, DI COSTITUZIONE"

Ad Ancona dal 24 al 27 guigno 2010 si terrà la festa dell'ANPI (Yo Yo mundi, Simone Cristicchi, Gang,   Angelo Del Boca…..il programma è nutrito)

Maurizio Viroli a Fahrenheit

Il 29 aprile Maurizio Viroli è stato ospite “telefonico” di radio 3 per discutere il suo ultimo libro “Come se Dio ci fosse”. La registrazione si può ascoltare in streaming nell’archivio di fahrenheit, per scaricare il file in locale ed ascoltarselo più comodamente basta digitare da shell:

mplayer -noframedrop -dumpfile viroli.rm -dumpstream rtsp://mm3.rai.it/clip1/radio3/napoli/fahrenheit/2009/intervista2009_04_29.ra

è necessario mplayer magari su un sistema operativo GNU/Linux, ma esiste anche la versione per Windows.

La discussione verte principalmente sulla necessità di riscoprire una vera e propria religione civile della libertà. In assenza di “profeti ed apostoli” con una devozione assoluta ad un ideale di libertà non ci si può che rassegnare alla notte fonda dell’attuale  mediocre politica.

Un esempio può arrivare dall’attuale Presidente degli Stati Uniti, questa volta però i compatrioti di Walt Disney non detengono il copyright: questa “religione civile” veniva seguita già in Italia, oltre che nel Risorgimento e nella Resistenza, addirittura ai tempi delle repubbliche del tardo Medio Evo.

Viroli è scettico su eventuali governi solo ed esclusivamente tecnici ed io non ho certo la pretesa di contraddirlo, leggendo un libro di matematica nessuno si è mai entusiasmato se non per un sano godimento che può portare la Conoscenza ……. però io …. a  Stallman una possibilità gliela darei, sarà tra l’altro a Roma e a Salerno proprio nei prossimi giorni!

Allegoria del Buon Governo, 1337-1340, 770 cm., Sala della Pace, Palazzo Pubblico, Siena
Allegoria del Buon Governo, 1337-1340, 770 cm., Sala della Pace, Palazzo Pubblico, Siena

25 aprile 2009 a Ca’ di Malanca

SABATO 25 APRILE 2009 A CA’ DI MALANCA MUSICA RESISTENTE CON I 7 GRANI E CON I KHORAKHANE’.

Sabato 25 aprile dopo le Celebrazioni Ufficiali della Festa di Liberazione che si terranno come d’abitudine al mattino nei Comuni di Faenza e del Comprensorio, per il pranzo, aperto a tutti, a partire dalle ore 12 e 30, ci si sposterà tutti su al Museo della Resistenza di Cà di Malanca per celebrare i Partigiani caduti per la Libertà nella Battaglia di Purocielo e di Cà di Malanca del 12,13 e 14 ottobre 1944 che vide cadere 57 partigiani della 36a Brigata Garibaldi Bianconcini.

Alle 12 e 30 ritrovo quindi per tutti a Cà di Malanca, che si raggiunge per la strada che da Faenza porta a Firenze, arrivando a San Martino in Gattara e seguendo per circa 10 chilometri le indicazioni Monte Romano, Croce Daniele e Ca’ di Malanca.

Dopo “Il Pranzo del Partigiano” seguirà un intrattenimento musicale a base di suond giovanile resistente con i gruppi “7 Grani”, vincitori rivelazioni all’estero Mei 2007, in “Neve diventeremo”. Concerto e video ispirati alla storia del Partigiano Albiolo Radovan Ilario Zucconi e alla sua permanenza nel campo di concentramento nazista di Buchenwald-Welmar in Germania e con i “Khorakhane'”, vincitori. Sanremo Lab2007 e Band Italiana al Popkomm 2008, rivelazione Festival di Sanremo 2007 con la canzone “La Ballata di Gino” e Mei 2007 per i canti sociali e di protesta.

Tel. 0546.28561 Anpi Faenza

La Costituzione raccontata a bimbi… e genitori

la costituzione raccontata ai bambini - copertina

Appena vidi il libro in nella sezione bimbi della biblioteca Comunale di Forlì pensai "questo non lo prendo in prestito per mi figlia, lo acquisto al più presto!".

Immagina le parole della Costituzione, tutte schierate nei loro 139 articoli, rompere le righe e mettersi a giocare. Ecco che ogni articolo diventerebbe una filastrocca, una rima.

Il libro è divertentissimo da leggere ai propri figli, gli articoli intrinsecamente potenti del Documento, trasformati in filastrocche, acquistano una musicalità che, "costringe" i genitori ad un’interpretazione tutt’altro che dimessa. Bellissime anche le Illustrazioni di Serena Riglietti (autrice delle copertine dell’edizione italiana di Harry Potter). Ideale per bimbi di ogni età, male che vada saranno i genitori stessi a capire veramente lo spirito della Costituzione.

Anna Sarfatti è insegnante, scrittrice, traduttrice dei libri di T.Seuss, uno dei massimi rappresentanti delle letteratura americana per l’infanzia (chi ha visto al cinema "Ortone e il mondo dei chi" ne sa qualcosa). Spero che difenda anche la gratuità del prestito bibliotecario!

 

Maurizio Viroli e la Costituzione Italiana

Maurizio Viroli è il miglior rappresentante della Costituzione Italiana che io conosca, oltretutto è di Forlì, lo ritengo il mio più illustre concittadino.

Professore di Teoria Politica all’Università di Princeton nel New Jersey (Stati Uniti), editorialista del quotidiano la Stampa, cultore e profondo conoscitore del Machiavelli, tra i suoi libri spicca "Dialogo intorno alla Repubblica" a due mani con con Norberto Bobbio.
Recentemente a Rimini ho partecipato ad una sua conferenza sui principi costituzionali dell’attività amministrativa; di seguito riporto, alcuni brevi appunti personali in merito.

La Costituzione è una bibbia civile, degna di devozione. E’ nata grazie a uomini e donne che si basavano esclusivamente su principi morali e non su interessi particolari. E’ l’opposto del fascismo, ogni articolo è nato come alternativa agli errori/orrori del fascismo.

Per approfondire le radici della Costituzione, i valori della Resistenza, consiglio vivamente di leggere questa presentazione tenuta a Firenze da Viroli in occasione del 60° anniversario della liberazione della città.

E’ una Costituzione Repubblicana, quindi mette in risalto anche i doveri: in una repubblica o RES PUBLICA il bene comune prevale sul bene privato, il caso contrario fa sì che si cada per forza nella tirannide o governo degli arroganti. Il dovere è, quindi, molto più importante dell’obbligo dal punto di vista della libertà individuale.

Ambrogio Lorenzetti ed il suo ciclo sul buon governo esposto nella sala del consiglio dei nove a Siena.

Ovviamente (dato il tema e la platea) ha approfondito l’art.54 della Costituzione:

"Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi.

I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge."

Il concetto di disciplina nulla ha in comune con l’insieme delle tecniche costrittive che Foucault descrive in "Sorvegliare e punire" ma piuttosto come "consapevole e lucida assimilazione della direttiva da realizzare"  (Gramsci), abbiamo scelto liberamente di pensare al bene pubblico, se non ci comportiamo con disciplina diventeremo sudditi, occorre dominare con la volontà le pulsioni per raggiungere uno scopo alto. Anche il concetto di onore deve essere rivisitato secondo lo spirito e la grande cultura dei costituenti: si riferivano all’onore degli onesti, il riconoscimento è dovuto a chi rispetta i principi dell’onestà, non ad un particolare rango o potenza. La Pubblica amministrazione è (o dovrebbe essere) la garanzia di libertà proprio di chi non è potente, gli ultimi che non si possono difendere da soli.

Per me è stata una vera rivelazione, ero convinto che la Costituzione Italiana fosse una base di convivenza imprescindibile, importantissima e fondamentale, da rispettare sempre e comunque. E’ molto di più, ha la capacità di dare un significato non vuoto a parole come "valori", "cultura", anche "religione". Chi vorrebbe difendere questi concetti (ed affini) andando in contrasto aperto con la Costituzione Italiana è intrinsecamente incoerente: leggersi questa recentissima discussione sul blog di Ronchi come esempio.

Buon anno a tutti!