Machiavelli a Misano

Nicolò modificato con Gimp
Nicolò modificato con Gimp

Ricevo per email dalla biblioteca di Misano Adriatico

Terzo appuntamento, venerdì 15 marzo, con RITRATTI D’AUTORE.Ospite della serata sarà il filosofo della politica MAURIZIO VIROLI alle prese con Il PRINCIPE di N. MACHIAVELLI di cui ricorre quest’anno cinquecento anni dalla originaria stesura.

Il Principe è probabilmente il testo della letteratura italiana più tradotto e conosciuto al mondo, una delle opere più importanti della letteratura italiana nell’ambito del pensiero politico e non solo. Nel momento forse più buio della storia d’Italia, mentre potenze straniere si contendevano i ricchi ma deboli Stati regionali, Machiavelli, allontanato dalla politica attiva, trasfuse il sapere acquisito in quindici anni di amministrazione dello Stato in un’opera amara e disincantata nella quale, tracciando il profilo del principe ideale, analizzò le ragioni dell’agire umano, separò la politica dalla morale e dette avvio al pensiero politico moderno. L’appuntamento con Viroli sarà l’occasione per avviare alcune riflessioni sulla situazione politico-economica del nostro tempo, soprattutto alla luce del suo ultimo libro: Scegliere il Principe: i consigli di Machiavelli al cittadino elettore.

RITRATTI D’AUTORE 2012 – letture e commenti ad alta voce

Parte venerdì 2 marzo la quinta edizione di RITRATTI D'AUTORE – Letture e commenti ad alta voce, rassegna promossa dalla Biblioteca Comunale sotto la sapiente regia del direttore Gustavo Cecchini. Sei appuntamenti imperdibili dove protagonisti saranno i personaggi, le storie, gli intrecci, le parole, le frasi, le emozioni, i suoni.

L'apertura venerdì 2 marzo con il filosofo CARLO SINI è dedicata al CAPITALE di Karl Marx. Marx il profeta, lo scienziato, il filosofo della prassi: che cosa resta, in questo primo scorcio del terzo millennio, del pensatore forse più discusso, temuto e influente degli ultimi centocinquant'anni? Oggi, negli Stati Uniti, in Inghilterra, in Europa, è cominciato un sempre più diffuso ripensamento, sollecitato anche dalla profonda crisi mondiale che stiamo attraversando: forse il vecchio Marx non aveva tutti i torti e in certi casi aveva visto più a fondo dei suoi detrattori e persino dei suoi seguaci. Forse il nostro tempo ci consente di donare alla pagina marxiana una nuova verginità e di trarne nuove possibilità interpretative. Facendoci guidare da queste domande, ci sforzeremo di restituire Marx a se stesso, ricordandoci di ciò che egli ebbe a dire una volta: "Compagni, io sono Marx, non sono marxista!".

Baby Marx at Occupy Wall Street from Pedro Reyes on Vimeo.

Il venerdì successivo 9 marzo sale in cattedra il filosofo UMBERTO GALIMBERTI con il Simposio di Platone. Il "Simposio" è la grande "lezione d'amore" del pensiero occidentale. Nella polifonia di voci riunite nella gaia e giocosa atmosfera di un banchetto, Platone ci presenta, l'una dopo l'altra, le dottrine dell'eros esposte nell'orizzonte del mito, nella filosofia presocratica, nella scienza medica, nel sentire comune e in quello dei poeti. A questa vera e propria "summa enciclopedica" del sapere erotico dell'antichità, la possente parola di Socrate contrappone una nuova visione dell'amore, che libera la forza demoniaca dell'eros al di là del vincolo dei corpi e degli individui, in una autentica ascesa conoscitiva verso l'idea del bene e del bello.

Venerdì 16 marzo lo scrittore MICHELE MARI sarà alle prese con Moby Dick di Melville. "Moby Dick", pubblicato nel 1851, è considerato il capolavoro di Melville, uno dei più noti libri della letteratura americana e mondiale. Vi narra in prima persona la sua avventura Ismaele, che si imbarca come marinaio assieme a un ramponiere indiano sulla baleniera Pequod. Il capitano della nave, Achab, un personaggio cupo che incute rispetto e timore nei suoi uomini, ha perso una gamba per colpa della balena bianca Moby Dick e ora vuole vendicarsene, a qualunque costo. Inizia così una lunga caccia. La snervante attesa dell'incontro con il cetaceo che sfugge al capitano offrirà al narratore l'occasione di meditazioni scientifiche, religiose, filosofiche e artistiche, all'interno della struttura del romanzo d'avventura per mare. Intanto l'immenso oceano, con i suoi mostri e le sue profondità, si erge in tutta la propria potenza e imperscrutabilità dinanzi all'uomo, che gli può contrapporre solo una fragile esistenza, oscillante tra il bene e il male. Fino a che sopraggiunge la catastrofe finale, fatalmente presentita, quando Moby Dick distruggerà la baleniera e tutto l'equipaggio trascinando con sé Achab e il suo arpione. Solo Ismaele si salverà e potrà così raccontare la loro folle, ambiziosa quanto disperata, impresa.

Venerdi 23 marzo, MARCO GUZZI farà il ritratto di Arthur Rimbaud attraverso uno dei suoi capolavori: una stagione all'inferno (Une saison en enfer). L'opera è una biografia allucinata del percorso di Rimbaud. La scrittura caotica è attraversata senza posa da una molteplicità di voci interiori. Rimbaud vi grida la sua sofferenza, il suo dolore, la sua esperienza intima: ha compreso che non può "rubare il fuoco" solo per sé. Tutto il mondo, infatti, ha attraversato lungo il XX secolo la propria “Stagione all’inferno”, tutto l’Occidente ormai planetario sta soffrendo le fasi alchemiche di una spaventosa ed insieme entusiasmante trasformazione antropologica. In questo clima contemporaneo, così spiritualmente pesante, la voce di Rimbaud torna a ricordarci dove ci stiamo dirigendo: verso una forma di umanità sempre più illuminata dalla potenza del proprio Genio interiore.

Venerdì 30 marzo sarà la volta di MASSIMO CACCIARI con l'Antigone di Sofocle. Il dramma ruota attorno al decreto di Creonte che vieta la sepoltura di Polinice e si sviluppa dal contrasto tra le leggi scritte della pólis e le leggi non scritte, da sempre esistenti nell'animo umano. È proprio a queste che si appella Antigone per giustificare il gesto di sepoltura del corpo del fratello. In tale contrapposizione la critica ha visto, di volta in volta, l'alternativa tra i valori dello Stato e quelli della famiglia, tra la politica e la religione, tra il mondo degli uomini e quello guidato e ordinato dagli dei, tra la ragione di Stato e la coscienza individuale.

l'ultimo appuntamento venerdì 14 Aprile è con QUIRINO PRINCIPE che si misurerà con il FAUST di Goethe. Il Faust è per universale consenso il simbolo dell'anima umana lacerata dall'eterno conflitto tra il bene e il male, la salvezza e la dannazione. Ma chi è Faust, oggi, per noi? La sua insoddisfazione devastante il suo attivismo smanioso e autodistruttivo, la sua angoscia nevrotica tipicamente moderna possono servire ancora come chiave interpretativa del presente? E lui il vero portatore attuale del “male oscuro”? Parlare di Faust significa parlare delle cose ultime, del senso e del non-senso della storia, del progresso dell'umanità o del suo fallimento, della salvezza o della dannazione dell'uomo e della storia.

Gli incontri si terranno presso il Cinema-Teatro Astra di Misano, via d'Annunzio 20, con inizio alle ore 21,00.

Ingresso libero sino ad esaurimento posti. Info: 0541.618424 – e-mail: Biblioteca@comune.misano-adriatico.rn.it

 

 

Ritratti d’autore a Misano

Ricevo dalla newsletter della biblioteca di Misano:

Terzo appuntamento con la rassegna RITRATTI D’AUTORE – Letture e commenti ad alta voce. Venerdì 25 marzo arriva a Misano lo scrittore Maurizio Maggiani con I MISERABILI di Victor Hugo,considerato uno dei romanzi cardine del XIX secolo europeo, fra i più popolari e letti della sua epoca. I personaggi appartengono agli strati più bassi della società, i cosiddetti “miserabili”: persone cadute in miseria, ex forzati, prostitute, monelli di strada, studenti in povertà. È una storia di cadute e di risalite, di peccati e di redenzione. Ma sarà anche l’occasione per parlare dei miserabili del nostro tempo e del futuro dell’umanità.

Nato in una famiglia di modeste condizioni, Maurizio Maggiani, dopo aver svolto decine di professioni (è stato anche impiegato e venditore di pompe idrauliche) è approdato alla letteratura, politicamente vicino agli anarchici. Nel 1987 ha vinto il Premio “Inedito – L’Espresso” con il racconto Prontuario per la donna senza cuore. Con Il Coraggio del pettirosso (1995) ha poi vinto il Premio Viareggio e il Premio Campiello; con La Regina disadorna (1998) ha vinto il Premio Alassio e nel 1999 il Premio Stresa di narrativa e il Premio Letterario Chianti[. Nel 2005 ha vinto, con il romanzo Il viaggiatore notturno, i premi Premio Ernest Hemingway e Premio Parco della Maiella e il Premio Strega. Come giornalista e commentatore cura una rubrica all’interno del quotidiano genovese Il secolo XIX e scrive per La
Stampa. Per la casa editrice Feltrinelli pubblica dei podcast sotto il titolo Il viaggiatore zoppo.Nel 2008 ha pubblicato il CD Storia della meraviglia, con Gian Piero Alloisio, tratto dallo spettacolo teatrale rappresentato dai due nella stagione precedente. Ultima romanzo pubblicato sempre da Feltrinelli è : Meccanica Celeste (2010).

Nel 2010 apre il suo archivio personale ai lettori rendendo disponibili sul suo sito, con una licenza copyleft, i suoi primi racconti, pubblicati in edizioni ormai introvabili, e dei cui diritti è tornato in possesso esclusivo, nonché gli inediti, insieme agli articoli scritti in tanti anni di collaborazioni con vari giornali.
L’incontro si terrà presso il cinema – teatro Astra di Misano Adriatico, via d’Annunzio, 20 con inizio alle ore 21,00. INGRESSO LIBERO SINO AD ESAURIMENTO POSTI.

Info: 0541.618424 – website: www.biblioteca.misano.org

Tutti gli appuntamenti

E-Book: Il futuro del libro – Il futuro degli scrittori

Metto in evidenza questo interessante appuntamento (l'ennesimo che organizza la biblioteca di Misano A.) per informare i miei amici del Forlì user Linux group, dato che stanno discutendo da tempo della tematica e-book. Quello che segue è un veloce estratto dell'ultima newsletter della biblioteca di Misano Adriatico.

Locandina e-book festival - Misano Adriatico

L’Associazione culturale Rablè e la Biblioteca Comunale di Misano Adriatico organizzano il primo Convegno dedicato al futuro del libro (La partecipazione è aperta a tutti gli interessati ed è completamente gratuita.)

E-Book: Il futuro del libro – Il futuro degli scrittori

PROGRAMMA DEL CONVEGNO (qui il documento completo )

Domenica 12 Settembre 2010
ore 10
Il futuro delle biblioteche e delle librerie
Intervengono:
Angela Agnoli, ideatrice della Biblioteca San Giovanni di Pesaro e autrice del libro: Le piazze del sapere- biblioteche e libertà ( Laterza )
Francesco Cataluccio, ex direttore editoriale della Bruno Mondadori e della Bollati Boringhieri e autore del libro " Che fine faranno i libri?"
( Nottetempo)
Andrea Cortellessa, critico letterario e animatore di ISBF, un sito specializzato nella vendita on-line di libri di qualità

ore 17
L'E-reader e l'E-book: una rivoluzione di oggi
Interviene:
Antonio Tombolini, amministratore delegato di Simplicissimus Book Farm, azienda leader degli e-book in Italia

ore 21
Lo scrittore come manager di stesso: le nuove tecnologie e il futuro del libro
Interviene:
Giuseppe Granieri: tra i maggiori esperti italiani di comunicazione e culture digitali. Collabora con alcuni giornali, tra cui La Stampa e L'Espresso. Autore di Umanità accresciuta e Società digitale (Laterza)

Un'ala della biblioteca sarà adibita a mostra di tutti i modelli più recenti di e-reader: sarà possibile vedere come funzionano e provare il loro livello di leggibilità.

Info:
Associazione culturale Rablè
Viale Mazzini 13 47822 Santarcangelo di R.
www.rable.it

Biblioteca Comunale di Misano Adriatico
Via Rossini 7 47843 Misano Adriatico
www.biblioteca.misano.org


Seguono alcuni pensieri volanti:

  • In spiaggia penso sia sempre meglio portarsi un libro cartaceo
  • Avrei invitato anche i Wu Ming (Rablé però li linka dal suo sito)
  • Misano non è praticamente mappata su openstreetmap
  • Misano ha una biblioteca veramente moderna, mi ricorda la Sala Borsa di Bologna (con le debite proporzioni ovviamente)

Quirino Principe rilegge Tolkien e il signore degli anelli

Venerdì 26 marzo alle ore 21,00 QUIRINO PRINCIPE salirà sul palco misanese (presso il Cinema-teatro Astra di Misano Adriatico) per presentare Il SIGNORE DEGLI ANELLI di Tolkien, uno dei massimi capolavori della letteratura “fantasy". Il Signore degli Anelli è un romanzo di avventure in luoghi remoti e terribili, di episodi d'inesauribile allegria, di segreti paurosi che si svelano a poco a poco, di draghi crudeli e alberi che camminano, di città d'argento e di diamante poco lontane da necropoli tenebrose in cui dimorano esseri che spaventano al solo nominarli, di eserciti luminosi e oscuri. Tutto questo in un mondo immaginario ma ricostruito con cura meticolosa, e in effetti assolutamente verosimile, perché dietro i suoi simboli si nasconde una realtà che dura oltre e malgrado la storia: la lotta, senza tregua, fra il bene e il male.

Quirino Principe ha introdotto Tolkien in Italia curando l’edizione italiana de Il Signore degli Anelli

L'incontro si terrà presso il cinema-teatro Astra di Misano Adriatico via d'Annunzio 20. Ingresso libero sino ad esaurimento posti.

 

link consigliati:

Bolgeri gruppo Tolkieniano di Milano – sono tutti amici miei, una volta hanno addirittura linkato! Questo articolo l'ho fatto solo per loro, invece di inoltrargli la mail della biblioteca.

Stella del mattino – il libro di Wu Ming 4 mi ha fatto capire (oramai è tardi) che la letteratura fantasy non è certo solo intrattenimento. Consigliata la poesia recensione dell'ultimo post.

Ritratti d’autore 2010 a Misano Adriatico

Ricevo e inoltro, tramite post sul mio blog personale, la solita, ennesima, immancabile rassegna organizzata dalla biblioteca di Misano Adriatico, aggiungo di mio solo il link ad uno dei blog più seguiti del web.

Venerdì 5 Marzo alle ore 21,00 presso il Cinema-teatro Astra di Misano Adriatico prende il via la rassegna RITRATTI D'AUTORE. Primo ospite il filosofo Carlo Sini che traccerà il ritratto di Baruch Spinoza attraverso la sua opera più importante, l'ETICA. 

Spinoza è forse il filosofo più rivoluzionario di tutti i tempi. Durante la sua breve esistenza fu oggetto di persecuzioni di ogni genere e anche in seguito la sua figura subì vari procedimenti di dannazione della memoria. Nonostante ciò, il suo pensiero, in modo per lo più nascosto ma profondo, non smise mai di influenzare l'intera modernità, soprattutto in campo politico e morale. L'etica di Spinoza è al tempo stesso un inno alla liberazione da ogni superstizione e pregiudizio e un invito a considerare in modo lucido e realistico le molte schiavitù e dipendenze alle quali la vita umana è soggetta. Il cammino di pensiero dell'opera di Spinoza è letteralmente un metodo per tradurre la conoscenza in saggezza personale e sociale. Mai come oggi abbiamo bisogno di Spinoza, del suo pensiero morale, del suo rigore intellettuale. Prossimi ospiti: Umberto Galimberti, Erri De Luca, Quirino Principe, Marco Guzzi. Info: 0541.618424 – website: www.biblioteca.misano.org


Filosofia a Misano Adriatico

La biblioteca di Misano Adriatico organizza il ciclo di incontri filosofici 2009 e lo incentra sul tema della bellezza. Gli incontri si terranno presso il cinema-teatro Astra di Misano, via d’Annunzio, 20
con inizio alle ore 21,00.

IL PROGRAMMA
Venerdì 9 Ottobre 2009
SALVATORE NATOLI
IL GRANDE STILE: estetica ed etica dell’esistenza

Giovedì 15 Ottobre
STEFANO ZECCHI
LE PROMESSE DELLA BELLEZZA

Venerdì 23 Ottobre 2009
ENZO TIEZZI
LA BELLEZZA E LA SCIENZA

Venerdì 30 Ottobre 2009
VITO MANCUSO
VERITA’ E BELLEZZA

Venerdì 6 Novembre 2009
ROBERTO ESCOBAR
IL BELLO DELLA POLITCA

Venerdì 13 Novembre 2009
MARCELLO VENEZIANI
ELOGIO E MALEDIZIONE DELLA BELLEZZA

Venerdì 20 Novembre 2009
REMO BODEI
L’EMOZIONE DELLA BELLEZZA: l’uomo di fronte agli spettacoli naturali

Venerdì 27 Novembre 2009
PAOLO PORTOGHESI
CHI SALVERA’ LA BELLEZZA?

fonte: www.biblioteca.misano.org

Sulla felicità a Misano Adriatico

Si svolgerà al cinema Astra, quest’anno, "l’evento turistico" più atteso di Misano Adriatico:

sulla felicità l’attimo fuggente e la stabilità del bene

ciclo di incontri organizzato dalla biblioteca comunale, qui la presentazione.

Evidenzio la nuova sede degli incontri e la presenza di Maurizio Pallante il 17.10.2008 (è più indicativo l’indice di Felicità Interna Lorda piuttoto che il solito PIL), se decidete di seguire la serata con Galimberti arrivate presto altrimenti restate in piedi o fuori sala, gli incontri sono in generale sempre affollati. Per continuare la serata dopo la teoria sulla felicità consiglio di finire la serata realmente felici alle veglie in volo.

 

venerdì 10 ottobre
Salvatore Natoli
Sulla felicità: l’attimo immenso e la stabilità del bene

venerdì 17 ottobre
Maurizio Pallante
Per una decrescita felice: la qualità della vita non dipende dal Pil

mercoledì 22 ottobre
Maurizio Ferraris
L’arte come promessa di felicità

venerdì 31 ottobre
Giangiorgio Pasqualotto
L’idea di felicità in Oriente

giovedì 6 novembre
Umberto Galimberti
Amore e felicità

venerdì 14 novembre
Quirino Principe
Musica e felicità

venerdì 21 novembre
Carlo Sini
La felicità dell’uomo libero

venerdì 28 novembre
Vito Mancuso
Felicità e immortalità

 

Filosofia e Veglie in volo

Da diversi anni a Misano Adriatico si tiene un ciclo di conferenze, organizzato dalla biblioteca comunale, che si distingue sia per l’eccellenza dei relatori che per la partecipazione del pubblico, sempre numeroso ed entusiasta, anche se immutevole nel tempo, come cianciavano non a vanvera tre persone davanti a me all’ingresso dell’Istituto San Pellegrino : "Si vedono tutti gli anni le stesse persone", "Ma anche gli altri diranno lo stesso di te!" "E che lo dicano, hanno ragione…."!

Salvatore Natoli (Il governo di sè e le virtù: essere persone nel tempo della biopolitica) venerdì scorso ha condotto la partita, 90 minuti senza intervallo; oratoria elegante che non ti fa battere ciglio, ha manipolato la materia prima della filosofia e servito al pubblico concetti, idee, filosofia e *stupore*, non omologato come una trasmissione televisiva, ti entra dentro, ti arricchisce e ti muta. Sempre che ci si avvicini con approccio non pregiudizievole, occorre essere acqua, zen! Qui il programma.

Dopo la conferenza misanese, con Sberla sono andato al ristorante Veglie in Volo, un vecchio mulino ristrutturato a San Clemente, all’interno del quale si è concretizzato tutto quanto sopra descritto! Il mio (vecchio) amico Ivan Fantini, che gestisce il locale con audacia, coraggio ed instancabile intransigenza, è riuscito ad esprimere le migliori virtù di sé nel campo dell’arte della cucina. Manipola la sua materia prima, tutti ingredienti di stagione, controllati di persona con il produttore quando non direttamente coltivati e serve al cliente piatti prelibati, idee e *stupore*, una cucina non omologata, ti entra dentro ti arricchisce e ti muta. Sempre che ci si avvicini con approccio non pregiudizievole, occorre essere acqua, zen!

Note: io non mi sono avvicinato completamente in maniera "zen" né a Natoli né ai piatti di Ivan, ma chiedo perdono. Il ristorante Veglie in volo è citato dalle migliori guide enogastronomiche italiane, non tutte perché Ivan è intransigente alle solite abitudini della solita italietta.