Sulla felicità a Misano Adriatico

Si svolgerà al cinema Astra, quest’anno, "l’evento turistico" più atteso di Misano Adriatico:

sulla felicità l’attimo fuggente e la stabilità del bene

ciclo di incontri organizzato dalla biblioteca comunale, qui la presentazione.

Evidenzio la nuova sede degli incontri e la presenza di Maurizio Pallante il 17.10.2008 (è più indicativo l’indice di Felicità Interna Lorda piuttoto che il solito PIL), se decidete di seguire la serata con Galimberti arrivate presto altrimenti restate in piedi o fuori sala, gli incontri sono in generale sempre affollati. Per continuare la serata dopo la teoria sulla felicità consiglio di finire la serata realmente felici alle veglie in volo.

 

venerdì 10 ottobre
Salvatore Natoli
Sulla felicità: l’attimo immenso e la stabilità del bene

venerdì 17 ottobre
Maurizio Pallante
Per una decrescita felice: la qualità della vita non dipende dal Pil

mercoledì 22 ottobre
Maurizio Ferraris
L’arte come promessa di felicità

venerdì 31 ottobre
Giangiorgio Pasqualotto
L’idea di felicità in Oriente

giovedì 6 novembre
Umberto Galimberti
Amore e felicità

venerdì 14 novembre
Quirino Principe
Musica e felicità

venerdì 21 novembre
Carlo Sini
La felicità dell’uomo libero

venerdì 28 novembre
Vito Mancuso
Felicità e immortalità

 

Filosofia e Veglie in volo

Da diversi anni a Misano Adriatico si tiene un ciclo di conferenze, organizzato dalla biblioteca comunale, che si distingue sia per l’eccellenza dei relatori che per la partecipazione del pubblico, sempre numeroso ed entusiasta, anche se immutevole nel tempo, come cianciavano non a vanvera tre persone davanti a me all’ingresso dell’Istituto San Pellegrino : "Si vedono tutti gli anni le stesse persone", "Ma anche gli altri diranno lo stesso di te!" "E che lo dicano, hanno ragione…."!

Salvatore Natoli (Il governo di sè e le virtù: essere persone nel tempo della biopolitica) venerdì scorso ha condotto la partita, 90 minuti senza intervallo; oratoria elegante che non ti fa battere ciglio, ha manipolato la materia prima della filosofia e servito al pubblico concetti, idee, filosofia e *stupore*, non omologato come una trasmissione televisiva, ti entra dentro, ti arricchisce e ti muta. Sempre che ci si avvicini con approccio non pregiudizievole, occorre essere acqua, zen! Qui il programma.

Dopo la conferenza misanese, con Sberla sono andato al ristorante Veglie in Volo, un vecchio mulino ristrutturato a San Clemente, all’interno del quale si è concretizzato tutto quanto sopra descritto! Il mio (vecchio) amico Ivan Fantini, che gestisce il locale con audacia, coraggio ed instancabile intransigenza, è riuscito ad esprimere le migliori virtù di sé nel campo dell’arte della cucina. Manipola la sua materia prima, tutti ingredienti di stagione, controllati di persona con il produttore quando non direttamente coltivati e serve al cliente piatti prelibati, idee e *stupore*, una cucina non omologata, ti entra dentro ti arricchisce e ti muta. Sempre che ci si avvicini con approccio non pregiudizievole, occorre essere acqua, zen!

Note: io non mi sono avvicinato completamente in maniera "zen" né a Natoli né ai piatti di Ivan, ma chiedo perdono. Il ristorante Veglie in volo è citato dalle migliori guide enogastronomiche italiane, non tutte perché Ivan è intransigente alle solite abitudini della solita italietta.