Appello ai gronge

Dal 1993 ad oggi, non ho mai abbandonato, nonostante il disappunto di chi mi frequenta in casa, l’ascolto di una musicassetta comprata nei vicoli di Bologna intitolata Tecknopunkabaret, fino a quest’anno era l’ultimo album dei gronge, gruppo "aperto" e folle attivo dal 1985 al 1993, composto da musicisti spesso diversi nel tempo, ha tenuto concerti/performance rimaste nella memoria di molti, non le mie, non ho mai avuto occasione.

Teknopunkabaret è un album pieno di riflessi elettronici, etnici, industriali, con sonorità spesso inclassificabili, secondo me sono geniali i passaggi da un brano all’altro, anche divertenti e non banali i testi.

"E’ la storia di un pugile quasi intronato che riuscì ad alzare le braccia al cielo proprio nell’istante in cui i suoi sostenitori cominciavano a disperare…Per ogni pugile che smette o muore un altro pugile lo sostituisce. gronge non è niente di particolare, cerca semplicemente di vivere bene perché lo diceva Majakowskij e lo cantava Vysotskij che ….VIVERE E’ BELLO E LA VITA E’ BELLA".

Il video de Il pugile sentimentale su youtube.

Quest’anno, incredibile, è uscito il nuovo album: "Coniglio nazionale". Cari gronge, affidatevi alla licenza CC, e a siti come Jamendo!