erba mate

Quello che segue è l'unione di due miei articoli pubblicati anni fa sul blog di Alessandro Ronchi, questi i link degli 'originali' dove troverete anche alcuni commenti:

  1. "Il mate un'alternativa al caffé"
  2. "Erba mate e Argentina"

1.Il mate un'alternativa al caffé

Il mate è un infuso di erba ottimo e poco conosciuto in Italia. Si produce dalle foglie dello “Yerba Mate”, una pianta (Ilex paraguaiensis) che nasce in Brasile, Argentina, Uruguay e Paraguay. Gli indios Guarani’ furono i primi a farci conoscere il mate (quelli del bellissimo ed eloquente “Mission” di Roland Joffé, palma d’oro a Cannes), oggi è diffusissima nel Sud America; a me è stata fatta assaggiare da Carolina, mia cugina di Cordoba (Argentina), prima di allora sapevo solo che Ernesto Guevara lo beveva per alleviare il suo asma (un altro Argentino, di Rosario però). Studi condotti da importanti Istituti come il Pasteur di Parigi dimostrano che l’infuso del mate contiene praticamente tutte le vitamine necessarie al sostentamento umano, è un disintossicante metabolico, un potente antiossidante grazie all’azione di ben 11 polifenoli, previene l’invecchiamento delle cellule, antidepressivo, energizzante e tonico naturale. Grazie ad una sostanza simile alla caffeina: la mateina, favorisce la concentrazione e l’attività celebrale, è una bevanda alternativa al caffè ma senza i suoi effetti negativi. Ovviamente non si può eccedere come con tutte le cose, anche se naturali. Originale il modo di berlo: si riscalda l’acqua ma non fino a farla bollire, si mettono 2-3 cucchiaini di foglie di mate nel matero (caratteristico recipiente di forme e materiali vari) si versa l’acqua calda fino a riempirlo e si beve dalla bombilla (apposita cannuccia che non lascia filtrare l’erba). Il sapore è amarognolo ma si può mettere anche lo zucchero, consiglio di non berlo davanti alla TV, potreste pensare che sia un allucinogeno, invece è tutto vero. Può sembrare una bevanda esotica e distante dalle nostre consuetudini ma in fondo anche il caffé non è napoletano, il cacao non è svizzero, il Té non è inglese. Erba mate, matero e bombilla (vedi foto) si possono trovare nelle botteghe del commercio equo oramai abbastanza diffuse in ogni città.

2.Erba mate e Argentina

L’Argentina è un paese geograficamente incredibile e unico al mondo: inizia dalle tropicali cascate di Iguazù e finisce nell’antartica Terra del Fuoco, in mezzo ci sono i paesaggi lunari del nord-est, la piatta pianura della Pampa, le maestose Ande, la Patagonia sterminata.

Mai ho conosciuto un binomio nazione-bevanda così stretto come quello tra Argentina e yerba mate. Gli Argentini non amano semplicemente il mate, gli sono riconoscenti. E’ la bevanda nazionale argentina, icona vegetale non seconda a nessuna delle tante che l’Argentina possiede: Gardel, Maradona, Borges, Evita, Guevara. Il costume di bere il mate costituisce un’abitudine sociale che va al di là di quello che si possa ragionevolmente immaginare, è un infuso di filosofia, si innesta nel profondo della cultura popolare, dedicate al mate esistono leggende, poesie, canzoni, letteratura, pitture, proverbi: A boca amarga, mate dulce -> far buon viso a cattivo gioco; A mate convidado, no se mira la yerba -> a caval donato non si guarda in bocca; A cada bombilla su mate -> ogni pietra ha il proprio padrone (di quest’ultimo non mi viene in mente un corrispettivo in italiano ma ho tradotto l’argentino). E’ per questo che bere il mate ha tutta la carica di un simbolo, aiuta a creare uno spazio, all’interno del quale si può ritrovare il tempo rubato e la voglia di comunicare con un rituale quotidiano. Stimolo e ispirazione per gli intellettuali, rafforzamento della memoria ed equilibrio per gli studenti, forza fisica ed energia per i lavoratori, animo e spirito elevato per chi cerca di resistere alle sfortune della vita. Il mate è bevuto ad ogni ora della giornata, molto diffuso in compagnia, passandosi la stessa bombilla come gli indiani d’America si passa(va)no il calumet o i fumatori di cannabis si passano lo spinello, stessa ritualità, stesso rafforzamento dei legami, più salute. Ovviamente anche da soli, in macchina, in viaggio con tanto di thermos, gli argentini sono il massimo produttore e consumatore di mate al mondo (5 Kg a persona ogni anno). Anche il gaucho, il cow-boy argentino, errabondo, mezzo eroe e mezzo fuorilegge, la figura più rappresentativa della cultura rurale e avventurosa argentina, deve molto al mate; la sua prodigiosa austerità e resistenza non si potrebbero spiegare senza tener conto anche del mate. “Signore, io prendo il mate in bombilla perchè noto che mi stimola al lavoro. Molte volte sentendomi stanco prendo 4 o 5 mate e mi sento disposto e animoso, noto anche che quando mi sento triste se prendo un mate mi sento subito sollevato”. A dire il vero il mate non piaceva molto al personaggio interpretato da Vittorio Gassman nel film di Dino Risi “Il Gaucho”- 1964 film da vedere comunque. Il mate si prepara (cebar), non si serve (sirve), questo per riferirsi al significato di mantenere, sostentare, alimentare, ovvero amicizia ed ospitalità; in altri tempi le famiglie agiate avevano un addetto alla preparazione del mate, aveva solo questa occupazione esclusiva. Addirittura, la Croce Rossa Argentina ha usato questa bevanda come veicolo di informazione contro l’AIDS, “l’AIDS non si contrae condividendo il mate”, è stato fatto anche un francobollo divulgativo. Infine esiste un vero e proprio linguaggio del mate, ne propongo una lista non esaustiva anche perché le interpretazioni sono molto varie come d’altronde la maniera per prepararlo.

mate amaro indifferenza
mate dolce amicizia
mate molto dolce amore
mate freddo disprezzo
mate con limone disgusto
mate con buccia di arancia vieni a cercarmi
mate con tè sono offeso
mate con caffè ti perdono
mate molto corto mi piace la tua compagnia
mate con latte voglia di carezze
mate molto caldo stai zitto, taci
mate bollente ti odio
mate con cedro incontriamoci
mate con miele matrimonio
mate molto lungo cattiva volontà

Preparazione del mate: si presuppone la presenza di matero (contenitore) e bombilla (sorta di cannuccia). Mettere a scaldare in un pentolino dell’acqua. Appoggiare la bombilla nel matero, evitare di muoverla, alzarla, girarla per tutto il tempo. Mettere circa 2 cucchiai di erba nel matero. Versare l’acqua nel matero quando è calda / caldissima, ma NON bollente. Attendere qualche istante o un minuto. Bere l’infuso dalla bombilla lasciandola sempre nella identica posizione iniziale, senza mischiare ecc. L’acqua nel pentolino può essere lasciata sul fuoco a scaldarsi per eventuali rabbocchi, mai versarla bollente, brucierebbe le foglie.

28 pensieri riguardo “erba mate”

  1. Assolutamente anche per il tango, soprattutto se di qualità, come a colpo d’occhio appare sul profilo myspace sopraindicato, vi “invidio” la capacità di essere bravi musicisti.

    Se passate in concerto in Romagna fatelo sapere!

  2. chi fosse interessato all’acquisto di erba mate, ho scoperto a Torino un negozio molto fornito.Possiede le migliori e spedisce in tutto il mondo.

  3. Dove posso acquistare l’erba mate e sopratutto il mate(contenitore) e la bombilla? Io vivo in Provincia di Frosinone…….quindi credo che solo internet può aiutarmi!
    Segnalatemi qualche sito o qualche negozio…..anche quello di Torino, visto che ho dei parenti lì….grazie.

  4. Ciao Diego! Io vengo a gennaio in Italia. Se tu saresti a Roma te ne porterebbe uno. Anche andrò a Milano ma non sarò vicino Torino… Oppure se tu vuoi guarda questo sito: http://www.yerbamate.it
    Ci si pou comprare quanche prodotto argentino.
    Ti saluto! E ci sentiamo!
    Marcelo. Buenos Aires, Argentina

  5. ciao da non molto ho scoperto il mate e gia ne sono un grande appassionato vorrei scambiare notizie ccuriosita e aaltro su questa bevanda se qualcuno fosse interessato i posso trovare il mate qui a verona ed anche matero e bombillas

  6. Ciao Marco. Anch’io sono in estimatore del mate da alcuni anni.
    Potresti gentilmente darmi le coordinate del punto vendita di mate a Verona? Grazie.
    Pax

  7. Ciao a tutti! Abito a Buenos Aires e prendo di solito il mate. Una bebanda che tra noi porta la amicizia, il consiglio, la confessione. Amo anche l’Italia e il caffè e me ne lo porto a casa ogni volta che ritorno in Argentina.
    Il mate e il caffè ci può unire. Così sia!

    Ci sentiamo.
    Arrivederci

  8. Ciao ragazzuoli! Vivo a roma e bevo mate da anni, ( i miei sono argentini) e posso dirvi che la potete trovare anche al carefour… altrimenti da castroni!!! lo trovate sicuramente!!! ciao a tutti

  9. Per PAX: ho trovato sull’internet alcuni dati:

    Fra i supermercati potresti trovarla all’Esselunga, ha spazi sull’etnico
    Vedi in questi punti vendita:
    VIA PELLICCIAI, 22 – 37121, VERONA 045.8047169

    VIA PALLONE 2/B 37121 VERONA (VERONA) 045.8013504 045.8013504

    VIA CROSARE 67 37051 BOVOLONE (VERONA) 045.6900113

    VIA SALIERI 16 37045 LEGNAGO (VERONA) 0442.601061

    PIAZZA VITTORIO EMANUELE 56 37024 NEGRAR (VERONA) 045.7501950

    VIALE DEL LAVORO, 47 – 37036, SAN MARTINO BUON ALBERGO 045.8780528

    PIAZZETTA OLMO 4 37057 SAN GIOVANNI LUPATOTO (VERONA) 045.8750491

    Forse sia così! Buona fortuna. Altrimenti me la chiedi e te la porto Io, mi piacerà ritornare a Verona! Bella città!

    Arrivederci!
    Marcello; Buenos Aires.

  10. Da molti anni vado in Argentina anche due volte all’anno. Conosco anche Uruguay e Paraguay dove si usa il mate, anche se in maniera diversa fra loro. Non sono riuscito ad abituarmi e continuo a bere magari un non buonissimo caffè. Le due cose che non mi piacciono del mate sono: lascia in bocca il sapore di paglia secca e soprattutto il passare di bocca in bocca la “bombilla” ( che è la maniera di “compartir” il mate, anche fra 4-10 persone).In Sudamerica vanno pazzi per il mate, tanto che è comune vedere gente che passeggia con il thermos sotto il braccio . Per le strade si vende………”acqua calda”. Danno il mate anche ai bambini ed agli ultranovantenni. Il mate è più diffuso della gomma da masticare o della coca-cola.

  11. Dimenticavo di precisare che il “mate” è solo il contenitore (qui chiamato molte volte erroneamente “matero”) derivato dal frutto di una pianta che ha tal nome (è una cucurbitacea = zucca). Di “yerba mate” se ne trovano almeno 20 qualità diverse anche in piccolissimo supermercato.

  12. Anche si deve dire che prendendolo a lungo può arrivare l’acidità più ancora se lo prendi dolce… Diciamo: come tutte le belle cose devono godersi con attenzione!

    Arrivederci. Ci sentiamo

    Marcello
    da Buenos Aires

  13. @Claudio @Marcelo @qualunque_sudamericano
    Potreste spedirmi foto dell’Argentina/Uru/Paraguay ecc. relative al mate?
    Mi piacerebbe pubblicarle in una gallery apposita.
    In alternativa vanno bene anche….qualunque altro tipo di foto del sudamerica.
    Ciao e grazie dei vostri contributi.
    simone @ erbamate . net

  14. se non ti piace il mate e perche sei un … non voglio dire la parola jaja una m un pdo, no sabes de sabor… o seeeaaa jajaja a quien no le gusta?! hay que estar bien chupado jaajaja dulc de leche jojoj con quilla y bizcochos… AGUANTE EL CHORI PAPÁ la biacum tamben y el gotan es re hott no creo qe me entiendan una sht pero hojo BASICAMENTE AGUANTE EL MATE, EL ASADO, EL CHORI, LA CUMBIA VILLERA Y EL TANGOO
    NUTELLA E DULCE DE LECHE PSAION

  15. Salve gente , da poco ho scoperto questa bevanda , io sono calabrese , sapete consigliarmi un buon sito o negozio dove acquistare il mate e la bobadilla?? Grazie mille

  16. Aquí usted puede encontrar yerba mate:
    Bottega del Mondo AMANDLA
    Amandla Coop. Soc. di Solidarietà
    Via Baioni, 34 – 24123 – Bergamo

  17. Ciao a tutti! Ho letto di sfuggita che qualcuno è di Milano o bazzica da quelle parti..sapete dirmi in città dove posso trovare il mate (possibilmente di legno non di zucca) e la bombilla? Ho provato in diverse botteghe di altromercato ma non le hanno..
    Grazie mille!!

  18. Ragazzi per tutti quelli che vogliono sapere dove acquistare il contenitore mate,il mate e la bombilla,questo e il sitio http://www.yerbamate.it Spedisci in tutta Italia.e ci sono tanti contenitore mate per scegliere molto belli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>