Luca Mercalli for President

Venerdì scorso il climatologo Luca Mercalli è stato ospite a Misano della rassegna "Sfide i dilemmi del presente". Ha presentato una relazione piuttosto inequivocabile sui problemi legati ai cambiamenti climatici, oltretutto illustrata poco tempo prima al Senato. Chi non c’era può, tramite google video, farsi un’idea con questa precedente relazione al Parlamento Europeo, da considerarsi una versione adattata al contesto Europeo della stessa presentazione misanese. L’incontro è stato molto interessante, ha cercato di sfatare alcuni scetticismi (la Groenlandia non è mai stato una zona verde a dispetto del nome). Anche le numerose domande successive la relazione hanno ravvivato il resto della serata; se non ci fermava Cecchini, l’ottimo organizzatore e bibliotecario, si passava la mezzanotte a parlare di decrescita e futuro sostenibile. Io, a fine serata, salutandolo mi sono limitato a suggerirgli di usare GNU/Linux per le prossime presentazioni, potrebbe ottimizzare i consumi del suo impianto fotovoltaico casalingo.

Luca Mercalli ha al suo attivo anche un film presentato al festival del cinema di Roma: "Le pere di Adamo" regia di Guido Chiesa (i link si riferiscono alle rispettive interviste tratte da hollywood party su radio tre). Il film cerca di trovare un possibile parallelo o un’analogia tra i movimenti delle nuvole e i movimenti sociali, secondo un’ottica non solo poetica ma pure scientifica! E’ da vedere.

 

Linux day 2007 la sagra del computer

Sabato 27 Ottobre 2007 si terrà in tutta Italia il Linux day 2007.

L’evento a Forlì sarà organizzato dal FOLUG il FOrlì Linux User Group (molti dei membri sono ottimi hacker oltre che amici, appassionati e perditempo) presso la sala XC Pacifici in piazza Saffi dalle ore 10:00 alle ore 18:00. Durante la giornata verranno svolti interventi sul tema open source e free software per avvicinare tutte quelle persone che non conoscono ancora questo mondo.

Io utilizzo da anni GNU/Linux sul mio PC di casa e mi trovo splendidamente, oramai ci sono distribuzioni di Linux più semplici da usare rispetto a Windows, francamente non vale più la pena di diventare isterici per trovare software pirata oppure disinfestare con antivirus, anti-spyware ecc. il proprio pc. Ci pensa la più grande multinazionale del software a livello mondiale, migliaia di persone di tutte le razze e religioni, che sviluppano programmi, documentazione e collaborano grazie ad internet. Insuperabili in quanto a competitività e trasparenza.

Tux, la famosa mascotte di Linux si adatta facilmente/stoicamente a tutte le diverse culture, anche a quella dell’erba mate.