Appunti di informatica libera

informatica liberaAppunti di informatica libera è un’opera monumentale, leonardesca, wikipedica legata all’informatica.
Per la sua stampa occorrono 28 volumi per un totale di 8000 pagine, l’indice generale comprende 739 capitoli, la stampa del solo indice è di 31 pagine, per fortuna è presente anche un indice ridotto (solo 6 pagine).
Il titolo rivela molto di più rispetto ai roboanti complimenti ed ai freddi numeri, APPUNTI perché chiunque può avvicinarsi ad essa e studiare o informarsi su un singolo aspetto dell’INFORMATICA, unica materia sviscerata, LIBERA perchè è disponibile a tutti on-line su informaticalibera.net interamente scaricabile in pdf o consultabile comodamente in formato html, inoltre è "una raccolta di «appunti» riferiti principalmente al sistema operativo GNU/Linux su una piattaforma hardware x86, secondo le esigenze personali dell’autore" cito dall’introduzione.
L’autore si chiama Daniele Giacomini, cura e aggiorna continuamente la sua "creatura" da più di 10 anni, immagino anche con qualche collaboratore.

Proprio oggi ho scoperto che Giacomini ha accolto un mio piccolissimo "appunto di informatica libera" inviatogli per email pochi mesi fa, riguarda i comandi per l’utilizzo del disco sotto GNU/Linux; nella versione ufficiale la tabella 162.1 elenca solo "df" e "di", sicuro dell’esistenza del comando "du" disk usage e non conoscendo "di", gli scrissi pensando ad un banale errore di scrittura, mentre invece esiste effettivamente anche "di" disk information. Giacomini mi rispose prontamente con l’assicurazione dell’aggiornamento ed infatti (mai dubitato ci mancherebbe) la prossima edizione in corso di lavorazione include anche "du" disk usage.

E’ un dettaglio, ma di un affresco straordinario!

Il ritorno degli hippie

Ultimamente la Provincia di Rimini patrocina eventi interessanti o quantomeno non comuni, perdipiù nella splendida Valmarecchia:

LA ROTTA HIPPIE
Verucchio, 29 luglio-4 agosto 2007

 

hippie

 

La cultura hippie (tanto spesso ridicolizzata) andrebbe rivalutata, dal punto di vista ambientale, per esempio, si può tranquillamente affermare che avevano ragione loro, soprattutto quando affermavano che “per cambiare il mondo bisogna, prima di tutto, cambiare se stessi“.

In ogni caso il programma è ampio, concerti franco-indiani (OLLI AND THE BOLLYWOOD ORCHESTRA), richiami a Pasolini ed al suo viaggio in India, documentari, film danze e Oliviero Toscani che incontra la “hippie generation” italiana.

Per chi viaggia in autostrada l’uscita è a Rimini nord.

 

 

Letteratura copyleft

Segnalo il secondo appuntamento letterario forlivese di “Narrative 2007”

Mercoledì 9 maggio 2007 ore 18.30
presso Basso Investimento, via Bufalini 30 – Forlì
Anna Luisa Santinelli presenta Saverio Fattori
CHI HA UCCISO I TALK TALK? (Gaffi Editore)

Alla rassegna il libro viene venduto con il 10% di sconto.

Sono stato al primo appuntamento con i Wu Ming, mi hanno assicurato, quasi giustificandosi :-), che anche Manituana sarà, prossimamente, scaricabile via internet.

Come rappresentante del Folug mi sono anche interessato a cosa hanno installato i membri del collettivo sui loro PC: solo 1 su 5 ha installato GNU/Linux, vigilanza democratica o rompimento di balle il mio intervento?

Radio 3 Infestival a Cervia

Radio tre infestival CerviaQuesto fine settimana a Cervia si tiene il festival di Radio 3 Rai, il programma oltre a molte trasmissioni in diretta come “Fahrenheit” oppure “Hollywood Party” offre il concerto della mitica Orchestra di Piazza Vittorio -> Sabato ore 21 in Piazza Garibaldi a Cervia.

Radio 3 Rai è la mia radio preferita in assoluto, è praticamente priva di pubblicità, a volte è pesante ma sinceramente la pubblicità in radio mi da più fastidio che non in TV. Eventualmente ci si può munire di lettore mp3 e scaricare molte delle trasmissioni del relativo podcast (chi ama la filosofia può anche collegarsi a radio feltrinelli e spararsi Galimberti). Adoro la sigla iniziale di Fahrenheit e in seconda battuta tutta la trasmissione dedicata alla letteratura. Anche la storia in giallo e radio 3 scienza sono trasmissioni molto curate ed interessanti. Quando ramazzo casa e passo lo straccio non c’e’ niente di meglio che ascoltare qualche trasmissione di radio 3 rai scaricata sul lettore, oltre a Mlah dei Les Negresses vertes si intende.

Manituana su babelteka

Manituana_libro_wu_mingHo appena inserito, tra i libri che sono disponibile a prestare su www.babelteka.org, Manituana, l’ultimo libro di WU MING. A dire il vero ancora non l’ho finito di leggere (è uscito il 20 marzo) e nessuno al mondo riuscirebbe a togliermelo dalle mani. Per chi non conoscesse i wu ming trascrivo parte della dicitura che compare nella pagina relativa al copyright di Manituana.

Il libri di Wu Ming sono stampati su carta ecosostenibile CyclusOffset, prodotta dalla cartiera danese Dalum Papir A/S con fibre riciclate e sbiancate senza uso di cloro. Nel caso si verifichino problemi o ritardi nelle forniture, si utilizzano comunque carte approvate dal Forest Stewardship Council, non ottenute dalla distruzione di foreste primarie. Per maggiori informazioni www.greenpeace.it/scrittori

Gli autori difendono la gratuità del prestito bibliotecario e sono contrari a norme o direttive che, monetizzando tale servizio, limitino l’accesso alla cultura. Gli autori e l’editore rinunciano a riscuotere eventuali royalties derivanti dal prestito bibliotecario di quest’opera.

Si consentono la riproduzione parziale o totale dell’opera e la sua diffusione per via telematica, purché non a scopi commerciali e a condizione che questa dicitura sia riprodotta.

© 2007 by Wu Ming

 

Per l’occasione è stato creato anche un sito: www.manituana.com con l’intento di interagire con i lettori.