Categorie
democrazia diritti Mondo Pace

Diavolo di un Ronchi

Non si accontenta di tenere un blog politico seguitissimo, non di mera facciata; ora mi si è tuffato anche nell’impresa della sinistra arcobaleno.

Inoltre a Forlì il 19 di Febbraio presso la Sala Luciano Lama della CGIL in via Pelacano 7 alle ore 21 si terrà un incontro pubblico sul tema dell’Unità della Sinistra – Per ridare valore e forza ai nostri principi: uguaglianza, giustizia, libertà, pace, lavoro, ambiente, laicità dello Stato.

Se posso ci andrò anche per salutare il direttore de Il Manifesto Gabriele Polo.

 

6 risposte su “Diavolo di un Ronchi”

🙂

Cosa ne pensi della Sinistra Arcobaleno?
Io credo che sia un bel progetto, ostacolato però da una campagna elettorale lampo e tutta incentrata sull’accordo Veltroni-Berlusconi di invitare gli elettori a non votare per partiti diversi.

Quasi avessero la peste, con le loro proposte alternative.

Spero in un buon risultato, ne abbiamo veramente bisogno…

Occorreva pensarci prima, sono i vertici che mi fanno paura con tutte le loro paure di perdere falci, simboli, convenienze politiche ecc.

Per la campagna elettorale sono sicuro che i media di Berlusconi daranno spazio sufficiente alla sinistra arcobaleno.

Comunque potresti essere un degno candidato, solo in questo caso voterei per la sinistra senza alcun dubbio.
🙂

L’unica possibilitĂ  di non mandare un conflitto d’interessi vivente al governo, è Ualter.

L’unica possibilitĂ  di avere l’Italia governata in maniera “normale” come in ogni paese europeo è Ualter.

Io non “la penso” come Ualter.

Io “la penso” come la sinistra arcobaleno o come i tanti che sono intenzionati a votarla.

Votare Ualter azzererebbe il futuro della sinistra arcobaleno (quindi le cose in cui credo).

Con l’anomalia al governo probabilmente la sinistra arcobaleno non si azzera, anzi.

Quindi le alternative sono: un governo totalmente antidemocratico all’interno di una democrazia, un governo diciamo democratico all’interno di un regime antidemocratico.
In Italia dovrebbe esserci una legge elettorale che non mi faccia avere questi problemi, pena un (ulteriore) abbassamento del livello di democrazia.

Il premio di maggioranza penso sia giĂ  dato per perso. Allora penso che l’alternativa possibile sia che walter + sinistra arcobaleno azzerino il premio di maggioranza con un ottimo risultato entrambi.
C’è anche Casini, che immagino non tornerĂ  da berlusconi dopo la porta in faccia.

Ad ogni modo Berlusconi e Walter hanno giĂ  fatto un accordo per cambiare legge elettorale alla loro maniera dopo il voto.

Berlusconi e Walter ci traghetteranno verso il bipartitismo, ma l’Italia non è l’America (per fortuna), staremo a vedere.
Comunque non penso che la politica sia semplicemente andare a votare 1 volta ogni 5 anni, quindi la situazione non è né grave né seria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.